La vecchia lotteria 65528
Sorprese

Osservatorio sul gioco d'azzardo: pasticci e finanziamenti a raffica

E questo ha contribuito ad alimentare ulteriormente i sospetti e i veleni. L' archiviazione romana dà un duro colpo alle speranze di quanti hanno sperato di colpire le anomalie del gioco d'azzardo legale per via giudiziaria. Per gli esposti della prima categoria è stata disposta l'archiviazione, per l'unico dei tre esposti della seconda categoria fino a ora preso in esame quello inoltrato da Rimini la richiesta di archiviazione è stata avanzata al gip. Naturalmente non c'è alcun legame formale tra queste azioni legali e le decisioni che il governo si accinge a prendere. Ma dal punto di vista sostanziale i temi si intrecciano. Perché gli esposti — presentati da un avvocato che da anni è in prima linea nella lotta contro le anomalie del gioco d'azzardo legale, Osvaldo Asteriti — riguardavano aspetti che la riforma del regolamento dovrà affrontare, quali per esempio la pubblicità. Tra essi la mancata indicazione sui tagliandi delle possibilità di vincita, o la sua indicazione realizzata in modo tale da essere incomprensibile e ingannevole. La polemica attraversa anche il fronte che si oppone alle slot e ai Gratta e vinci.

Ove sono finiti questi soldi? Ai partitialle Mafiea privati cittadini? Tangentopoli in comparazione sembra una barzelletta e Valentino Rossi un bambino che ha rubato le caramelle. Visco se ci sei batti un colpo, dato che le federazioni dei Ds sono proprietarie di arguzia Bingo. Da mesi La cerchiamo inefficacemente, cominciamo quasi a dubitare che Ella esista davvero. E dire che Ella avrebbe interesse a rispondere oltre affinché il dovere. Secondo il rapporto di una commissione di inchiesta parlamentare e secondo gli uomini della Guardia di Finanza infatti, tra imposte non pagate e multe non riscosse le società concessionarie delle slot machine devono allo Stato 98 miliardi di euro. Di più: nei consigli di amministrazione di alcune di queste società siedono uomini appartenenti a famiglie legate alla Camorra.

Una riunione di mero insediamento e di avvio dei lavori, come hanno certo alcuni membri. Secondo altri è ceto comunque un evento importante, sia pur con alcune stranezze e degli aspetti di merito giù forieri di controversie. Veniamo ai fatti. Tutto normale. Perché qui sorge il primo problema. Curiosamente il conflitto di interessi che si intendeva evitare è in riferimento alle industrie del settore della Sanità oppure a fornitori di servizi nel agro della Salute. Una situazione che inficia la reputazione d'imparzialità che gli viene richiesta.

Previous Post Next Post

Leave a Reply